Browsing Category

Eventi

Eventi, Musica, Viaggi

Street Parade!

26 agosto 2016

Questo post ha il punto esclamativo a differenza di quello precedente che aveva il punto di domanda!

Sveglia alle 3 di sabato mattina. Alle 4 meno 5 sono sotto casa di Marco per caricare il frigo con le birre. Alle 4 son sotto casa di Matteo che già ci aspetta fuori e ha tutto (fuorchè la carta d’identità).

Zurigo non è esattamente vicina… ma la mattinata è fresca e si viaggia bene… riusciamo a fare solo una pausa colazione e poi via dritti.

Arriviamo in albergo alle 10:30… perfetti!

Buttiamo la macchina nel parcheggio più caro d’europa, facciamo il check-in nel nostro albergo/supermercato, travasiamo le birrette dal frigo agli zaini e si parte a piedi.

Giornata senza una nuvola!

La street parade è una cosa che non saprei bene classificare… Quel milione di persone che c’è non ci va per la musica, non per vedere gente strana, non per vedere quella strepitosa mole di tette e culi, non per la dggrooga che pure girava abbondante… Ci va per tutto questo insieme e per il fatto che una città che accoglie 1 milione di persone che nello stesso giorno arrivano, festeggiano e tornano è una città con una grande amministrazione, una mente aperta e un futuro radioso… di per se questo è già il più grande degli eventi ed essere la in quel momento te ne fa sentire un po’ parte, o perlomeno ti fa vedere che cose grandiose sono possibili… basta volerle.

Foto ne ho fatte poche… metto quella che si trova nel sito ufficiale dell’evento, che spiega bene come sono andate le cose!

street parade 2016

Eventi, Gadget

Evento Microsoft Ottobre 2015

7 ottobre 2015

Chi mi conosce sa che sono un fanboy Microsoft (oltre che Nintendo).
Prendere le parti di Microsoft è quantomeno insolito tra chi smanetta con i computer… è molto più facile lamentarsi di Internet Explorer, lodare la stabilità e sicurezza di Linux, la sua predisposizione a fare da riga di comando cose complicatissime che su windows si fanno con un click, esaltare le doti immaginarie dei mac (tuttora sento qualche scimmia dire “è tutto più semplice, intuitivo”, “il mac lo usa chi fa grafica o video”), usare uno smartphone Android perché “è costruito attorno ai servizi di Google che è tutto quello che uso”, giocare con una Playstation 4…
Io invece no… io sono un fanboy Microsoft e della conferenza di ieri sono rimasto molto soddisfatto.
Certo nel 2015 esaltarsi per la presentazione di un tablet, di un telefono e di un notebook non mi sembra il caso, ma invece mi appaga molto il concetto che sta dietro a Windows 10, cioè l’assenza di transizione nel passaggio da desktop, a tablet, a smartphone, a console, a smartband: sempre la stessa interfaccia che ci accompagna nei vari step della nostra vita che ormai, siamo onesti, passiamo per gran parte davanti ad uno schermo.
La connessione totale e pervasiva, un account globale che ci segue e si adatta alla piattaforma.
Apple c’era vicina, ma il suo approccio si limita ad avere lo stesso account su telefono/tablet, computer e smartwatch (nell’ipotesi abbiate tutti i prodotti Apple), ma con tre sistemi operativi diversi e tre interfacce diverse.
Google fornisce i suoi servizi su tutti i dispositivi, ma accedervi è l’opzione di default solo (quasi) su Android.
Con Microsoft abbiamo la fusione dei due approcci e il superamento di entrambi: lo stesso sistema operativo (o meglio, la stessa interfaccia) in ogni dispositivo e l’impressione di avere un riferimento comune in tutti i device digitali che ci circondano… questo approccio mi affascina molto!
Concordo che il percorso per arrivare a questa situazione è stato tortuoso, e costellato da diverse sviste, ma ora la visione completa del progetto sembra quasi concretizzarsi…
Se qualcuno vuole regalarmi un Surface book mi dia un chiamo!!

ah… se vi siete persi l’evento di ieri, potete guardarlo qui.

Eventi, Video, Videogiochi

E3 2015

18 giugno 2015

Qualche anno fa l’E3 lo seguivo con molto più entusiasmo… Non c’entra il discorso “età”, non mi pare che il poco tempo da dedicare ai videogiochi possa giustificare un interesse “decadente”… la realtà è che, videogiocando assiduamente da oltre 20 anni, praticamente le ho viste tutte… e in un industria che preferisce puntare su grafica iper-realistica piuttosto che su storie verosimili e coinvolgenti, di vedere un nuovo Halo, un nuovo Uncharted, un nuovo Starfox… beh ecco… non me ne frega più una mazza.
Si è vero… Fallout 4 lo prenderò lo stesso; il prossimo Zelda (grande assente a questo e3) pure, come giocherò anche al nuovo Need for Speed… ma qui si parla di affetto più che di interesse… forse neanche di affetto, ma di abitudine.
Eppure qualche cosa che ancora solletica la mia fantasia l’ho trovata anche quest’anno…

Sembra sia sulla strada giusta per essere completato The Last Guardian… seguito spirituale di Ico e Shadow of the Colossus, questo rappresenta IL gioco per cui acquisterò la Playstation 4. Questo l’ho detto anche nel 2009 penso (quando ancora si sperava potesse uscire su ps3), ma per ora continuo a tenermi i soldi in saccoccia nel caso dovesse essere rimandato per altri 2-4-10 anni!


Project Zero – Maiden of Black Water: Sempre la solita IRRESISTIBILE menata. Survival horror con donnine giapponesi rigorosamente disarmate = PREORDINATO!


Decisamente rabbrividente anche Until Dawn… siamo più sul filone dei film interattivi più che dei videogiochi, ma chiudiamo un occhio e godiamoci questo titolo che pare essere caruccio!

La tecnologia dietro i visori Project Morpheus/Oculus Rift è ormai quasi pronta e presto saremo pronti per incastrarci dentro allo scenario proposto nel libro Ready Player One di Ernest Cline. Ad ogni modo per ora si è pensato solo di applicare questi visori ai videogiochi tradizionali, di fatto, umiliando una nuova tecnologia… un piccolo tentativo di scostarsi da questo approccio è Summer Lesson, che guardando il trailer sembra una cosa da maniaci, ma magari potrebbe portare qualche buona idea a qualche sviluppatore.


Circa Nintendo… stendiamo un velo pietoso che è meglio, anche se Fire Emblem continua a spaccare!

Eventi, Viaggi

Valencia

21 aprile 2015

Forse succede una volta nella vita… forse… perché potrebbe anche non succedere mai.
Il caso ci ha portato ad avere 3 amici della stessa compagnia che si sposano nel giro di 3 mesi, e allora, per agevolare le operazioni di addio ai rispettivi celibati, ben 12 persone si sono date appuntamento per un weekend lungo in quel di Valencia!
Un caloroso grazie a Fabietto che ha logisticamente reso possibile questo e che purtroppo, suo malgrado, è stato trattenuto a casa dall’influenza.
Un grazie pure agli sposi, che involontariamente ci hanno dato l’occasione per fare questa pazzia.
Un grazie a tutti voi 12… perché alla nostra età essere in 12 a condividere queste esperienze è una fortuna immensa.

Non ho nemmeno una foto in cui siamo tutti quanti, al massimo siamo in 11… Rompo eccezionalmente la promessa di non mettere foto su internet per celebrare la sera in cui abbiamo cenato nel ristorante di Hello Kitty, con bebida illimitada, col Torero Pincito e i suoi due colleghi, prima di barcamenarci tra Radio City e la Bolseria… Gran serata ragazzi!!!

Eventi

Belli Così

25 marzo 2015
Belli Così

Belli Così

Mi è capitato ultimamente di collaborare alla realizzazione di uno spettacolo teatrale…
Il mio ruolo in realtà è stato molto marginale, si trattava di schiacciare qualche bottone al momento giusto per far partire musiche e video, ma mi ha dato la possibilità di vedere dalla “prima fila” l’evoluzione e maturazione dell’intero spettacolo e le prove dei ragazzi…
Si gli attori sono ragazzi: il gruppo Giovanissimi di Legnaro.

Al di là dello spettacolo in sé, di cui penso di non poter anticipare nulla di trama o altro, volevo condividere che in questa occasione per la prima volta sono diventato consapevole del ruolo svolto da un regista (sperando sia, tecnicamente, la parola corretta). Continue Reading…